fbpx

Canva per l’istruzione, te ne innamorerai!

Canva for education
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La scuola e la didattica non sono fatte solo di nozioni e metodo, anche la creatività gioca un ruolo fondamentale. 

La rubrica #attentiaquei2, a cura di Daniele Biancardi e Alessandro Bencivenni, ha già affrontato temi tecnici, spiegando nel dettaglio le funzionalità di Google Moduli, Drive e tanto altro. 

Questa volta l’attenzione è su un programma di grande supporto alla didattica e agli insegnanti, Canva

Vediamo insieme di cosa si tratta e come funziona.

Cos’è Canva

Canva è uno strumento a supporto delle attività di grafica. Semplice, intuitivo e allo stesso tempo molto vasto, pieno di funzionalità spesso nascoste e che, senza dubbio, possono essere davvero utili nella tua attività formativa. 

Cosa ne pensa la nostra community

L’interazione con il pubblico è, per noi, linfa vitale. Per questo motivo abbiamo chiesto agli utenti cosa gli venisse in mente alla parola Canva, con il nostro consueto sistema interattivo sli.do.

Secondo il pubblico, Canva è un paiolo di creatività, lo strumento adatto per lavorare ad infografiche, presentazioni, volantini, fumetti e immagini. 

Come sempre c’è una bella fetta che ha interpretato lo strumento nella sua veste immaginifica, parlando di fantasia, originalità, innovazione. 

Canva for education: come funziona

Cominciamo a spulciare tutti i segreti di Canva, partendo dall’inizio: come fare ad iscriversi a Canva?

Vi sveliamo subito che iscrivendosi tramite l’account Google Workspace For Education è possibile accedere a tutti i servizi di Canva for Education, anche quelli che in genere sono a pagamento.

Per iscriversi il procedimento è il seguente:

  • Accedere al sito di Canva;
  • Cliccare sul bottone viola in alto a destra “Iscriviti”;
  • Cliccare su “Iscriviti con Google”;
  • Inserire l’account Google;
  • Scegliere la voce “Insegnante” tra le categorie proposte;

A questo punto dovrai cliccare sul tasto viola “Richiedere la verifica” Quest’opzione serve a sfruttare gratuitamente le funzioni che, come abbiamo detto, di solito sono a pagamento. 

Richiedendo la verifica è possibile che una schermata vi informi che l’indirizzo e-mail inserito non è associato ad un account Canva per l’istruzione. Niente paura! Basta cliccare sulla voce “Richiedi subito un account” e si aprirà una schermata da compilare con il vostro nome, il cognome e altre informazioni relative alla scuola. 

Attenzione! Il tempo di attivazione dell’account Canva può essere immediato o richiedere qualche giorno di attesa.

Infine, per completare le nozioni basiche, va specificato che ormai da qualche tempo Canva è tradotto in italiano, una bella conquista per chi non ha dimestichezza con le lingue, ed inoltre il programma è compatibile con il regolamento europeo sulla privacy.

Creare le classi per coinvolgere gli studenti su Canva for Education

Andando nelle impostazioni , nella voce “Fatturazione e team” c’è un bottone nominato “Crea una nuova classe”. Questa opzione è molto utile per coinvolgere gli alunni nei progetti grafici e per concedere loro l’accesso alle attività. Questa funzione fa leva su un aspetto comune sia alla logica di Canva che della scuola: la collaborazione. 

Tuttavia questa opzione è da valutare in base alla classe in cui si insegna. Infatti, il coinvolgimento dei ragazzi di età inferiore ai 13 anni prevede che ci sia un’autorizzazione all’utilizzo del programma da parte dei genitori. 

Una volta creato un progetto, è possibile utilizzare l’icona raffigurante un cappello di laurea e poi di accedere alla sezione “Persone”. 

Da qui, in un solo passaggio, sarà possibile importare gli alunni direttamente da Google Classroom.

In alternativa si possono inserire manualmente gli indirizzi e-mail di studenti e insegnanti che desideri coinvolgere nel progetto grafico. 

L’ultima opzione per condividere i progetti Canva con alunni o colleghi è quella di creare un link di invito, in questa stessa sezione, e di copiarlo e inviarlo ai destinatari. 

Cosa è possibile realizzare con Canva?

Nella barra orizzontale in alto, nella pagina principale di Canva ci sono diverse categorie:

  • Social media;
  • Eventi;
  • Marketing;
  • Video;
  • Consigliati;
  • Scuola; 
  • Ecc.

Si tratta di una vasta raccolta di categorie, ognuna delle quali al suo interno ha ulteriori sottocategorie, più specifiche e dettagliate per ogni esigenza. 

Questo tipo di suddivisione è un primo filtro molto utile per individuare velocemente la tipologia di progetto a cui dovremo lavorare.

In particolar modo, la sezione scuola raccoglie tutti progetti di base che possono essere utili all’ambito formativo, dalle mappe mentali, all’annuario.  

Realizzare un progetto su Canva

Entriamo nel vivo dell’esperienza su Canva, partendo da un progetto semplice: il poster. 

Cliccando sulla voce “poster” si aprirà una schermata con una lunga serie di poster già pronti per l’utilizzo. 

Scegliamo un modello qualunque. Sebbene il modello sia già strutturato, ogni elemento grafico al suo interno è editabile: si può modificare il testo, cancellare o ruotare un oggetto, modificare i colori e così via. 

La barra degli strumenti per apportare le modifiche al poster si trova sul lato sinistro. 

Ogni singolo elemento del progetto grafico è personalizzabile, nella forma, nel colore e con l’aggiunta di elementi extra, disponibili in un vastissimo archivio sulla colonna degli strumenti, a sinistra. 

L’aspetto interessante del programma Canva è che all’interno del suo archivio grafico sono presenti centinaia di soggetti tanto da soddisfare qualunque esigenza. Ti consigliamo di utilizzare le parole chiave nei filtri della ricerca, individuando gli elementi anche solo per colore, per stile e così via. 

Il grande potere di Canva è che esistono tantissimi modelli già impostati, che si possono adattare.

Una volta che il progetto ti soddisfa ed è concluso, puoi ottenerlo in un semplice passaggio. In alto a destra c’è il bottone “Scarica”. Basta cliccare lì e scegliere il formato desiderato. 

Come adattare la grafica realizzata per diverse destinazioni d’uso

Abbiamo visto come in pochissimi e semplici passaggi si realizza un poster su Canva. Nel caso in cui vuoi utilizzare la stessa grafica per altre destinazioni, come le piattaforme social o dei banner per il blog, ti basta utilizzare la funzione “Ridimensiona” per creare un nuovo progetto con le misure adatte alle tue esigenze.

Il programma ti suggerisce quali sono le misure adatte per ogni piattaforma ( Facebook, Instagram, Presentazione, ecc).

Funzione Presenta e registra di Canva

In alto a destra clicca sui 3 pallini e scegli l’opzione “Presenta e registra”. Di cosa si tratta? È una funzionalità molto comoda che consente di abbinare ad una presentazione grafica la tua voce.

Avviando la registrazione la tua voce sarà una guida vocale sul progetto. Il video registrato può essere condiviso con gli studenti tramite link. Davvero interessante. 

Realizzare dei fogli per gli esercizi su Canva

Uno strumento molto utile è quello relativo alla realizzazione dei fogli per gli esercizi. Tra quelli proposti ce ne sono tanti, relativi a tutte le materie e ai quali è possibile aggiungere alcune personalizzazioni. 

Anche in questo caso, il file realizzato è scaricabile, trasferibile tramite link o condiviso con la classe, tramite Classroom.

Come realizzare un modello per Google Moduli su Canva

Per realizzare un progetto per Google Moduli su Canva vai sul bottone in alto a destra “Crea un progetto” e scegli la voce “Dimensioni personalizzate”. Le misure adatte per la creazione di un modulo sono 1300 x 300. 

A questo punto il modello grafico è adatto per Google moduli, e si può personalizzare a piacimento, tra quelli proposti dal programma o importando immagini e loghi personali.

Come tutti i lavori realizzati su Canva, anche questo è scaricabile o condivisibile tramite link.  

Domande e risposte della nostra community su Canva

Gli studenti possono registrarsi a Canva con l’account Google workspace?

In sostanza si. Gli studenti possono essere importati su Canva direttamente da Google Classroom.

Se ho già effettuato il login in Canva con account scolastico ma non ho chiesto l’accesso a Canva per l’istruzione come posso fare?

Per risolvere puoi andare sulle impostazioni dell’account nella voce “Fatturazione e Team” e modificare nella voce “Canva for Education”. 

Per coinvolgere gli alunni nei progetti Canva l’insegnante necessita delle autorizzazioni dei genitori ( anche con un account istituzionale)? 

Si, l’autorizzazione è necessaria per tutti gli alunni di età inferiore ai 13 anni. Per i ragazzi con età superiore ai 13 anni basta un’informativa ai genitori.

Si possono realizzare i fumetti su Canva?

Si. Per farlo vado nella pagina iniziale e cerco le “Presentazioni”. Nella barra laterale degli strumenti cerca la voce “Foto”. Scegliamo la foto, la importiamo all’interno del progetto grafico e poi scegliamo tra “Elementi” un fumetto. A questo punto posiziona il fumetto parlante in prossimità del soggetto della foto e inserisci il testo che preferisci. Inoltre esistono delle strisce di fumetti già preimpostate, nella home.

Canva è gratuito?

Si, sia nella versione privata che for Education. La differenza è che l’account Google Workspace for educational consente di accedere gratuitamente a tutti i contenuti, anche quelli che per la versione privata sono a pagamento. 

Posso importare su Canva una presentazione?

No, non si può fare. A meno chè la presentazione non venga trasformata in immagini e importate su Canva nella sezione “Caricamenti”.

Conclusioni

Si potrebbe dire riduttivo affrontare funzionalità e segreti di Canva in poche parole. Il programma è vasto e pieno di opportunità e trucchi. 

Per non perderti altre nozioni relative a Canva e non solo continua a seguirci sul nostro canale YouTube, iscrivendoti e cliccando sula campanella per non perdere nessun appuntamento. 

Se vuoi approfondire i temi sulla didattica iscriviti alla nostra newsletter, piena di chicche, ed entra nella community su facebook, dove è possibile confrontarsi in qualunque momento. 

Aspettando il prossimo appuntamento di #AAQ2, ecco il calendario degli eventi futuri. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email