fbpx

Nuove funzionalità di Google Classroom

workspace for education novita google classroom
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Quante dure prove hanno affrontato insegnanti e studenti in quest’epoca storica così surreale. Crescono le esigenze e, parallelamente, si evolvono gli strumenti a supporto della didattica a distanza. 

La bella notizia è che questa evoluzione tecnologica non si è fermata, anzi si è rinnovata plasmandosi sulle esigenze della scuola.
In particolar modo ti vogliamo parlare delle grandi novità che presto verranno inserite in Google Classroom

Google Classroom, il facilitatore per la scuola

Utilizzato da oltre 150 milioni di studenti ed insegnanti, Google Classroom è considerato il principale strumento per la gestione della formazione a distanza. 

Intuitivo e semplice, Classroom si prepara ad essere migliorato sui feedback dei suoi utenti. Scopriamo tutte le novità.

Le interazioni tra Classroom ed altri strumenti

Gli strumenti che abbiamo a disposizione per lo svolgimento delle lezioni sono tanti e spesso non interagiscono tra loro. Questo problema sarà risolto grazie alla funzione che permette ad insegnanti che usano Google Workspace for Education Plus o Teaching and Learning Upgrade di utilizzare strumenti aggiuntivi direttamente da Google Classroom, senza dover effettuare diversi accessi. 

Ma la vera sinergia, quella che il mondo della scuola aspettava e che sarà disponibile a fine anno, è quella tra Classroom e Meet

  • La sicurezza sarà migliorata; 
  • Gli alunni non potranno accedere alle riunioni generate da Classroom prima dell’insegnante;
  • Meet potrà interagire con l’elenco studenti di Classroom, per limitare l’accesso alla riunione a quello specifico elenco; 
  • In caso in cui più insegnanti partecipino alla riunione tramite Classroom, saranno tutti accolti come “ospiti” affinché il lavoro possa essere ben suddiviso tra tutti loro.

Classroom per gli amministratori

Grazie alla funzione ampliata dei registri di controllo, gli amministratori possono avere un’ampia visuale di tutti gli accadimenti che si susseguono nelle varie classi, intervenendo sui problemi in maniera tempestiva. 

Grazie a questa funzione di controllo si può risalire alle azioni e a chi le ha effettuate.

Registri delle attività su Classroom

Gli utenti Education Standard o Education Plus avranno accesso a dettagliati registri, per monitorare il livello di coinvolgimento degli alunni in Classroom. Questi dati potranno essere esportati. 

Questo monitoraggio è fondamentale per gli insegnanti che vogliono avere una piena consapevolezza di quanto e come uno studente sia coinvolto nelle attività. 

Connessione debole? Classroom diventerà offline

La connessione debole ad internet non è un problema raro. A partire dalla fine dell’anno sarà possibile effettuare alcune attività su Classroom anche offline, senza la connessione quindi. Tra le attività vi saranno la gestione dei compiti in classe e l’accesso agli allegati. 

Facilitare il caricamento degli allegati su Classroom

Il materiale di studio, le foto e gli appunti che ogni giorno vengono condivisi su Classroom sono tantissimi. Per questo motivo una novità prevede la possibilità di inserire i file e le foto in un un unico documento e di modificarlo direttamente sulla piattaforma. 

Miglioramenti in Classroom

Oltre alle grandi modifiche, ve ne saranno tante altre minori, ma molto pratiche. Tra queste:

  • Possibilità di formattare i testi in Classroom ( grassetto, corsivo, sottolineato ed elenchi puntati);
  • Possibilità di utilizzare Classroom in 15 nuove lingue. 

Conclusioni

Siamo certi che le novità non si fermeranno qui e che ne sentiremo di belle. 

Per facilitarti nell’utilizzo di tutto Workspace for Education abbiamo realizzato delle video guide e dei tutorial, qui sul blog. 

Se sei un insegnante, un educatore e fai parte del mondo della scuola puoi essere sempre aggiornato grazie alla nostra newsletter.
Sarai il benvenuto o la benvenuta!

Resta sintonizzato per accedere ai trucchi e i segreti degli strumenti per la didattica a distanza. 

Alla prossima. 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email